Guida per piccoli business al Facebook Messenger Chatbot marketing – Growth Agents Blog
Emanuele Tricase
8 minuti

Guida per i piccoli business al marketing con i Chatbot & Facebook Messenger

Ultimamente i Chatbot hanno creato molto rumore nel mondo delle aziende, ma per una buona ragione!

Sono in grado di rispondere alle domande dei clienti di aziende di qualsiasi dimensione in modo veloce.

Possono:

  • Incrementare il valore medio dei tuoi ordini
  • Accelerare il percorso di acquisto dei clienti
  • Ridurre i costi del supporto clienti

Niente male, no?

not bad

Ma i chatbot sono molto costosi, basati su tecnologie complesse e difficilmente accessibili per gli imprenditori di piccoli business e marketer, giusto?

SBAGLIATO!

Questo articolo è una guida rivolta a tutti (piccoli business compresi) all’uso dei chatbot come assistenti automatici e aiutanti marketing.

Ecco tutto quello che imparerai:

  • Facebook Messenger bot – cos’è?
  • Metodi comuni che puoi usare già oggi per generare lead e tagliare i costi grazie ai bot
  • Chi del tuo team può gestire il bot?
  • I tool semplici ma efficaci per creare dei bot
  • Quanto un piccolo business può guadagnare in immagine utilizzando i bot?
  • Come generare lead, o nuovi contatti, tramite i lead magnet del Facebook bot?

Iniziamo!

Che cos’è un Facebook Messenger bot?

Partiamo con le basi: un chatbot è un programmino che interagisce con gli utenti attraverso l’interfaccia di una conversazione.

I chatbot di Facebook Messenger sono, come si può intuire dal nome, dei bot della piattaforma di messaggistica di Facebook, Messenger appunto. (Sai… quell’app che probabilmente hai sul tuo telefono. Guarda, se proprio non ce l’hai tu, allora 1,3 miliardi di utenti nel mondo).

Messenger è probabilmente la piattaforma più popolare per i chatbot per due ragioni chiave:

  • Facebook Messenger ha oltre un miliardo di utenti (seconda solo a WhatsApp, che è sempre di Facebook).
  • Facebook Messenger ha delle API che consentono alle aziende di mandare messaggi automatizzati.

Questo tipo di tecnologie che sfruttano delle chat automatiche ti permettono di intrattenere i clienti 24h su 24h, 7 giorni su 7, assicurandoti che le informazioni che stanno cercando sono sempre a portata di mano.

Ma i piccoli business per cosa possono utilizzare i bot di Facebook Messenger?

Le risposte a questa domanda possono essere due:

Digital Marketing: più lead e vendite!

A seguito di alcune interviste, il 21 percento dei consumatori considera i chatbot il modo più semplice per entrare in contatto con un business.

Infatti, il 15 percento dei consumatori hanno già interagito con un chatbot aziendale e il 95 percento crede che i bot giocheranno un ruolo chiave nel customer service in futuro.

In aggiunta, al 40 percento non importa nemmeno che dall’altra parte della chat potrebbe non esserci una persona vera. Fintanto che ricevono l’aiuto di cui hanno bisogno, loro sono contenti.

Customer service: aiutare i clienti a risolvere i loro problemi.

Un uso chiave abbastanza ovvio per i bot è quello di fornire risposte veloci a domande comuni. Pensali come una sezione FAQ del tuo sito, ma interattivi.

Invece di dover scorrere per trovare delle risposte oppure di dover andare su un sito e fare una ricerca, il cliente può ricevere una risposta instantanea utilizzando una più familiare conversazione mobile-friendly.

Ultimamente, i chatbot non sono semplicemente convenienti per un piccolo business; anche i clienti li preferiscono.

Bene, ora possiamo iniziare a fare sul serio: continua a leggere per iniziare ad usare i chatbot!

I'm ready

Chi metterà in piedi i tuoi chatbot?

Uno degli ostacoli più grandi alla motivazione che ci spinge ad utilizzare i chatbot, è proprio capire chi lo dovrà costruire.

Dopo tutto, hai bisogno di contenuto di qualità all’interno del tuo bot se vuoi essere efficace, quindi bisogna mettere il cervello giusto dietro la sua progettazione.

Fortunatamente, potresti già avere la persona adatta a questo compito, e potresti essere proprio tu!

Se tu o qualcuno nel tuo team si occupa di copywriting, email marketing, ads o content per i social media, sicuramente uno di loro sarebbe perfetto per la creazione del chatbot.

Costruire dei chatbot che rispondo a Q&A e che mandano e messaggi ad una lista di persone sicuramente richiede il dover scrivere del codice… SBAGLIATO! Tutti possono esserne in grado, non serve saper scrivere codice se si usa uno strumento visuale per costruirlo.

I tool per i chatbot sono estremamente user-friendly. Non ti serve una laurea in informatica o nemmeno il saper scrivere una singola riga di codice per poter iniziare.

Dato che non c’è alcuna limitazione tecnica, l’unica skill importante è quella di saper scrivere dei contenuti adatti a delle conversazioni da dare in pasto al bot.

Progettare e sviluppare il chatbot e un funnel da applica alla chat è tutta questione di messaggi e offerta.

Quel di cui hai bisogno sono contenuti ingaggianti, utili e concisi, assicurandosi di poter dare a chi ci scrive delle risposte veloci, presentate in modo tale da condurli in una conversazione.

Ecco perché i copywriter, marketer e advertiser sono le figure ideali: i chatbot non sono altro che un altro canale di marketing!

Che tool devi usare?

Con i giusti strumenti, costruire e gestire il tuo chatbot diventa un gioco da ragazzi. MobileMonkey è un’opzione gratuita per mettere in piedi il chatbot.

Come ti dicevo, non dovrai scrivere nemmeno una linea di codice. Potrai fare tutto grazie ad una schermata drag-and-drop e selezionando opzioni, checkbox e cose simili per progettare il tuo personalissimo bot.

Un’altra opzione molto popolare è ManyChat.

Come dovrebbe apparire una chatbot per un piccolo business fatto bene?

Qui parliamo di come dovrebbe essere un chatbot per garantire ai nostri utenti una buona esperienza di utilizzo, ottenendo un tasso di engagement più o meno elevato.

Man mano che gli utenti inizieranno ad utilizzare il tuo chatbot, ti accorgerai che compariranno delle domande che non ti erano venute in mente. L’ideale sarebbe prevederle e aggiungerle a quelle da te già inserite.

Questa è l’occasione perfetta per migliorare: raccogli tutte le domande a cui non hai potuto dare una risposta e preparane una adeguata. Facendo così stai essenzialmente espandendo la tua sezione FAQ basandoti sulle richieste reali degli utenti e rendendo il tuo chatbot più funzionale.

Esempio chatbot

L’ideale sarebbe controllare le risposte da aggiungere ogni settimana, così da poter tenere il tuo chatbot sempre aggiornato e pronto a dare la risposta giusta al momento giusto!

Manda dei messaggi alla chat

Per tenere alto l’engagement dei tuoi utenti, puoi mandare dei messaggi alla lista dei tuoi contatti. In questo modo aumenterai le probabilità di portare traffico sul tuo chatbot, aumentando le interazioni di persone che hanno già dimostrato un interesse nei tuoi confronti.

Anche per questo tipo di azioni, esiste una funzione specifica all’interno dei tool:

Messaggio broadcast MobileMonkey

La natura dei chatbot è altamente interattiva e conversazionale, rendendo tutto più interessante per i tuoi clienti. In più, puoi targettizzare i tuoi messaggi in base ai destinatari.

Questo ti consente di utilizzare approcci differenti in base a domande specifiche che ti sono state fatte in passato o più semplicemente in base ad informazioni demografiche.

Consiglio per i pro: cerca di essere super-ingaggiante, persino divertente

I chatbot che svolgono un ruolo informativo non è detto che non possano essere simpatici e divertenti. Cerca di dare una personalità al tuo bot.

Condividere consigli utili che possono aiutare il tuo cliente o fargli domande per incoraggiare una conversazione aumentano drasticamente il tuo tasso di engagement.

Infine, se vuoi rendere l’esperienza con il tuo chatbot piacevole e di valore, cerca di divertirti mentre lo stai creando.

Come raccogliere più lead con i bot di Messenger

Per un piccolo business, espandere la propria lista di contatti è spesso cruciale per la crescita ed il successo. Fortunatamente con i chatbot è possibile farlo facilmente.

Ecco tre esempi di lead magnets che possono aiutarti a far crescere la tua lista contatti su Messenger.

Website chat

Con un semplice widget, puoi aggiungere una chat di Messenger al tuo sito.

Chatbot on-site

Quando le persone ti scriveranno dal tuo sito, saranno automaticamente aggiunte al database di contatti di Messenger, di conseguenza potrai portare avanti la conversazione, anche se avranno abbandonato il tuo sito.

Inoltre, il widget di Messenger è di default ottimizzato per essere mobile-friendly! Dato che l’utente dovrà loggarsi per poter utilizzare la chat, potrai raccogliere tutte le informazioni collegate al loro account Facebook.

Comment guard

MobileMonkey ha una funzionalità che si chiama Comment Guard. Questa feature ti permette di creare un chatbot che risponde in automatico quando qualcuno commenta un post.

Automaticamente viene inviato un messaggio privato per invitarli ad avviare una conversazione, permettendoti così di raggiungere persone che non hai ancora fra i tuoi contatti.

Inoltre, combinando Comment Guard ad altre opzioni di engagement (like contests, giveaways, guide gratuite, e altro), invoglierai gli utenti a lasciare un commento e a sguinzagliare il chatbot 😉

Facebook ads

Al posto di utilizzare ads tradizionali per far arrivare traffico sul tuo sito, puoi utilizzare le click-to-Messenger ads.

Quando l’utente clicca la pubblicità viene avviata una conversazione su Messenger, permettendoti di raccogliere dati sui tuoi utenti mentre loro ricevono informazioni riguardanti il tuo prodotto o servizio.

Conclusioni

In ultima analisi, i Facebook Messenger chatbot sono strumenti di marketing e customer service molto potenti.

Scegliendo i chatbot decidi di usare un canale di comunicazione che generalmente gli utenti preferiscono perché più piacevole.

I chatbot ti permettono di essere esattamente dove gli utenti passano la maggior parte del loro tempo online: su una chat. Questo ti aiuterà a far crescere il tuo business sfruttando una tecnologia di tendenza del momento.

 

Crediti: 
l'articolo prende spunto dal Search Engine Journal.
 

Emanuele Tricase

Full Stack Developer and Growth Hacker, passionate about business and startup. If you want your digital business to succeed, you need to surround yourself of people that can really understand your project for joint work on result's optimization. That's the reason why Emanuele is fully committed on empowering the growth mindset.

 

Condividi questo articolo

Unisciti a noi: Diventa un agente!

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti del nostro mondo, e preparati per andare in missione!

Iscriviti